Home Religione Pasqua a Siracusa – La Settimana Santa
Pasqua a Siracusa – La Settimana Santa

Pasqua a Siracusa – La Settimana Santa

1.10K
0

I riti della Settimana Santa a Siracusa riportano in auge le antiche tradizioni raccontate dai nonni e da chi visse un’Ortigia che fu’. Chi oggi respira l’atmosfera dell’isola può benissimo rendersi conto delle sostanziali differenze in termini di tradizione pasquale rispetto al resto della città. I numerosi influssi della religiosità cattolico-spagnola, durante le dominazioni del XVI e XVII secolo, importarono in Sicilia come a Siracusa consuetudini varie. Tutte tradizioni concretizzatesi in epoca bizantina ma con evidente derivazione greca. Da qui la cosiddetta adorazione dei Sepolcri.

 

 Foto Misteri Chiesa Santo Spirito( Ph. Antonio Randazzo)

Foto Misteri Chiesa Santo Spirito( Ph. Antonio Randazzo)

Tutto ha inizio il giovedi’ sera del 24 Marzo. Le strade e i vicoli del centro storico sono un pullulare di curiosi e fedeli diretti presso le numerose parrocchie della zona.
In prossimita’ dell’altare di ogni Chiesa,che lascia aperte le porte per tutta la notte, vengono allestiti i suddetti “Sepolcri”. E’ un trionfo floreale infervorato dai “lavureddi” vasetti con germogli di grano e legumi fatti crescere al buio nel corso delle settimane precedenti.

Foto Processione Venerdi Santo (Ph. Fabio Campisi)
Foto Processione Venerdi Santo (Ph. Fabio Campisi)

Tutte quante le Chiese di Ortigia sono coinvolte:la Cattedrale, la Chiesa di San Paolo, di San Filippo Apostolo, di San Cristoforo, di San Martino, di San Pietro al Carmine, di Santa Maria della Concezione, persino la Chiesa di San Benedetto di via Capodieci in rappresentanza della comunità ortodossa.

Un fascino particolare esercita la visita presso la Chiesa di Santo Spirito ,che si affaccia sul Lungomare di Levante, con la rappresentazione dei “Misteri”: non la consueta Via Crucis vivente ma statue a grandezza d’uomo che riproducono la passione di Gesù.
Di grande suggestione e’ poi la processione del Cristo morto e dell’Addolorata il venerdì santo 25 marzo. Una vera marcia funebre. Ben due i simulacri che rievocano l’immagine di Maria bardata a lutto: uno custodito all’interno della Chiesa di San Filippo; l’altro in quella del Carmine. Stesso identico duplice discorso per l’urna di Cristo posto dentro una bara di vetro.

Foto Cristo morto ( Ph. Fabio Campisi)
Foto Cristo morto ( Ph. Fabio Campisi)

Secondo un’antica tradizione le due parrocchie si alternano di anno in anno. Quest’anno la processione prenderà il via dalla Chiesa di San Pietro al Carmine alle ore 19.00, percorrendo le vie: Mirabella, Vittorio Veneto girando sino a piazza Pancali. Poi corso Matteotti, via Maestranza, di nuovo via Vittorio Veneto e Mirabella per rientrare in parrocchia.

Foto Urna Cristo ( Ph. Fabio Campisi)
Foto Urna Cristo ( Ph. Fabio Campisi)

Trascorso il sabato la settimana si conclude in tutte le Chiese con le celebrazioni della domenica di Pasqua che suggellano la resurrezione di Cristo.

(1102)

Michele Buonomo Siracusa nel Mondo..il Mondo a Siracusa In che maniera Siracusa viene percepita nel mondo, come la si può proporre, esaltandone virtù e bellezza. Attirando in questo modo quanti più turisti possibile. Il turismo ,unica vera strada da intraprendere per il futuro economico di questa terra, a supporto di altri settori collaterali.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi